Pagina 16 - numero_0

Versione HTML di base

F
OO
D TRUCK
ADVISOR
16
®
S T O R I E D I F O R N I T O R I
Avete presente quegli interminabili pranzi
che seguono alla cerimonia nuziale? Tutti
seduti al tavolo, aspettando i canonici
antipasti, seguiti da più primi, vari secondi
e contorni…per poi continuare con la
mastodontica torta a più piani, e quindi
caffè, ammazzacaffè, eccetera eccetera. Beh,
dimenticateli.
C’è un modo nuovo per organizzare il
ricevimento, che sarà molto amato dai
più giovani ma non solo. Approfittiamo
dell’esperienza di Federico e Valentina
Cagniney, da poco tornati dal viaggio di
nozze in Australia, per farci un’idea di che
cosa significa sposarsi ai tempi dei Food
Truck. Ecco il loro racconto.
di
Federico Cagniney
Sposarsi ai tempi dei truck
A
bbiamo celebrato il nostro
matrimonio il 5 marzo 2016,
presso la Fabbrica Borroni.
Volevamo fare un matrimonio diverso
e abbiamo deciso di celebrarlo con
una cerimonia molto particolare: un
ricevimento davvero fuori dagli schemi.
Per la cena abbiamo pensato di offrire
qualcosa di innovativo e fuori dal comune,
e così ci siamo rivolti ad un po’ di Food
Truck,
selezionandone alla fine tre
. Li
abbiamo scelti per la qualità dei loro menù
che avevamo assaggiato durante alcuni
festival.
Ci piaceva l’idea di proporre un
menù divertente, gustoso e davvero
alternativo.
Bilancio più che positivo: anche a parere dei
200 ospiti, è risultato tutto molto gradevole
e buono. Quanto a noi, siamo stati felici
di aver coinvolto dei professionisti così
bravi e seri. A chi si sposa consigliamo
semplicemente: provate e non ve ne
pentirete!
I Food Truck che abbiamo scelto sono stati:
-
Mozao
-
Ape-Tizer
-
Meatballs Family
Ad ognuno abbiamo chiesto di proporci le
loro specialità più interessanti.
Nel caso di Ape-Tizer, in particolare,
abbiamo domandato di fare uno strappo
alla regola, chiedendo di preparare per noi
dei crudi (loro sono esperti di cottura a
bassa temperatura).
Per gentile concessione di Federico Cagniney
Per gentile concessione di Federico Cagniney