Pagina 15 - numero_0

Versione HTML di base

F
OO
D TRUCK
ADVISOR
15
®
T R U C K E R S ’ S T O R Y
presumiamo, sarà vegana…
Siamo diventati vegani insieme tre anni fa,
in maniera graduale ma anche abbastanza
decisa e veloce aiutandoci a vicenda.
Ovviamente… io cucino e lei fa da giudice
di gara.
Quanti collaboratori lavorano per lei?
Nessuno, a parte la mia compagna che
comunque non mette mano alla cucina. Io
sono abbastanza pignolo sulla qualità, tanto
da non trovare facilmente un collaboratore
che soddisfi i miei standard. Ogni tanto ho
qualche stagista o tirocinante che viene ad
imparare e mi aiuta nelle preparazioni, ma
sostanzialmente lavoro da solo.
Sono tanti i vegani in Romagna?
No, non tantissimi, ahimè… la Romagna
è ancora abbastanza tradizionalista, però
i miei prodotti sono semplici e cucinati
come una volta, perciò l’intento è quello di
far avvicinare quanta più gente è possibile
al cibo vegan e semplice.
In questo momento è fisso. Come mai?
Quando pensa di rimettersi su strada?
Al momento mi dedicherò, come ho già
detto, solo a qualche fiera olistica sul
territorio. Ho deciso per il posto fisso perché
Fiorella non può fare la vita da ambulante,
è troppo dura per il suo fisico, mentre il
negozio fisso le dà la possibilità di poter
comunque stare con i clienti, interagire e
spiegare perché è meglio vegan. Intanto,
io posso dedicarmi a sfornare tante cose
buone e salutari.
Per il futuro...chissà.....noi viviamo il qui e
(per 1 Kg di biscotti)
Ingredienti:
900 gr di farina bio tipo 1
100 gr di farina di canapa 300 gr di zucchero di
canna bio
100 gr di olio di girasole spremuto a freddo
500 gr di cioccolato fondente rotto a scaglie
2 cucchiaini di cremor tartaro
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
latte di riso QB: da aggiungere dopo tutti gli
altri ingredienti per amalgamare ed avere un
impasto morbido ma non appiccicoso
Preparazione:
Formare delle palline, schiacciarle
leggermente, appoggiarle sulla placca da forno
ricoperta di carta, infornare a 180’ per circa 15
minuti.
La ricetta
Biscotti alla
canapa e fondente
Ingredienti:
5 gr di sale
1 cipolla media
1 spicchio d’aglio
1 pizzico di cumino
1 pizzico di coriandolo prezzemolo fresco
Preparazione:
Mettere a bagno 100 gr di ceci secchi e lasciarli
in ammollo per 36 ore. Tritare i ceci assieme
a tutti gli ingredienti, preferibilmente in un
tritacarne oppure in un frullatore, fino ad
ottenere un composto morbido.
Lasciatelo riposare per altre 2/3 ore; trascorso
tale tempo, se necessario, aggiungere altra
acqua per rendere morbido e lavorabile
l’impasto, così da poter formare delle
polpettine che andranno posizionate sulla
placca da forno e cuocerete a 180’ x 20/25
minuti circa.
La ricetta
Falafel di ceci
ora.
Come si procura le materie prime che
utilizza?
Vado personalmente dai contadini della
zona, ogni giorno nella pausa di chiusura,
e ogni giorno mi avvalgo di un contadino
diverso che mi procura ciò di cui ho bisogno.
Le farine sono bio e macinate a pietra
e vengono da Pennabilli (Mulino Ronci),
un paesino in montagna nell’entroterra,
lontano dallo smog e dall’inquinamento.
Quali sono i suoi prodotti che vanno per
la maggiore?
Burger di legumi, falafel di ceci al forno,
cotolette di seitan (ovviamente tutto
autoprodotto, seitan compreso), pizze e
focacce con farina ai 10 cereali e canapa.
Come fate per farvi conoscere e
contattare?
Intanto, tramite cellulare.
Nicola 366.7454061; Fiorella 338.5947106
Mercato Coperto di Cattolica (RN)
Piazza mercato - 47841 Cattolica
Pagina Facebook:
Contatti
Per gentile concessione di Chiamami Cavallo
Per gentile concessione di Chiamami Cavallo
Per gentile concessione di Chiamami Cavallo
Per gentile concessione di Chiamami Cavallo