Pagina 14 - numero_0

Versione HTML di base

F
OO
D TRUCK
ADVISOR
14
®
T R U C K E R S ’ S T O R Y
C
ome e quando nasce l’idea del suo
Food Truck vegano “Chiamami
Cavallo”?
Nasce da un motivo di salute della mia
compagna Fiorella (affetta da sclerosi
multipla da 12 anni), poi è continuato in
un percorso di consapevolezza di noi stessi
e dell’ambiente che ci circonda: da lì, a
settembre 2014, l’idea di trasformarlo in un
lavoro e di portarlo in giro alla gente.
Che cosa faceva prima di lanciarsi in
questa impresa?
Ho fatto di tutto, dal fabbro al muratore,
infine il barista... Poi, l’amore per la
cucina e il creare prodotti nuovi ha
preso il sopravvento su tutto il resto, e la
passione che provo quando cucino cerco di
trasmetterla nei piatti che creo.
Ha trovato particolari difficoltà a
realizzare il suo sogno? Chi l’ha aiutata?
La difficoltà più grande è stata - e lo è
ancora - quella economica. Non mi ha
aiutato nessuno (a parte due carissimi
amici scenografi che mi hanno aiutato a
portare a nuova vita il truck): ho fatto tutto
da solo, e continuo a farlo tuttora. La mia
compagna si occupa della contabilità del
marketing e comunica con la clientela,
mentre per tutto il resto mi alzo alle 4 tutte
le mattine e torno a casa la sera alle 20.
Stanco, ma soddisfatto!
A quali fiere ha partecipato? E per il
prossimo futuro?
Ho partecipato all’antica fiera di S.Gregorio
circondato da 4 porchettari… alla Reeunion
di Harley Davidson, Rimini Benessere, Feel
Good, Veg Fest (Gambettola), Let it beer
(Pesaro) e tanti altri....Per il futuro, avendo
ora (almeno momentaneamente) il negozio
fisso, farò solo le fiere olistiche dedicate, qua
intorno.
Quando è diventato vegano? E’ stata
una cosa progressiva oppure graduale?
Anche la sua compagna Fiorella,
CHIAMAMI
CAVALLO!
IL TRUCK
VEGANO IN
TERRA DI
ROMAGNA
Ci vuole un bel coraggio a cucinare vegano in piena
Romagna, terra per eccellenza di salumi, insaccati e
squacquerone, ingredienti indispensabili per piade
e cascioni. Ma a
Nicola Cavallo
, 44 anni, il coraggio
certo non manca, e la sua storia ne è la prova.
La Romagna è ancora abbastanza
tradizionalista, però i miei prodotti
sono semplici e cucinati come una
volta, perciò l’intento è quello di
far avvicinare quanta più gente è
possibile al cibo vegan e semplice.
Nicola Cavallo
, Chiamami Cavallo
Per gentile concessione di Chiamami Cavallo
Per gentile concessione di Chiamami Cavallo