Pagina 9 - numero_0

Versione HTML di base

®
F
OO
D TRUCK
ADVISOR
9
FONTANELLATO. UN
LUOGO DA MANGIARE
ANCHE CON GLI OCCHI.
P
erché Fontanellato gode del
vostro patrocinio anche in
questa occasione gastromica?
I borghi Bandiera arancione, come
Fontanellato (Parma), sono luoghi “speciali”
che possiedono un patrimonio storico,
artistico-culturale e ambientale di pregio
e valorizzano l’esperienza della visita e del
viaggio con eventi in piena sintonia alla
qualità dell’accoglienza offerta.
Che cos’è una Bandiera arancione del
TCI?
La Bandiera arancione è stata pensata dal
punto di vista del viaggiatore e della sua
esperienza di visita: viene infatti assegnata
alle località che non solo godono di un
patrimonio storico, culturale e ambientale
di pregio, ma sanno offrire al turista
un’accoglienza di qualità.
Tra le tante attività a favore del
patrimonio culturale e storico italiano,
il Touring dal 1998 seleziona e certifica
attraverso il programma Bandiere
arancioni i borghi eccellenti dell’entroterra
Italiano (con meno di 15.000 abitanti).
Località tutte da esplorare perfette per un
weekend fuori porta o un breve soggiorno.
Luoghi speciali, ancora poco conosciuti,
dove la sostenibilità ambientale, la tutela
del territorio e del patrimonio artistico-
culturale, sono strettamente connesse
all’autenticità dell’esperienza di viaggio.
Oggi sono 211 le Bandiere arancioni del Bel
Paese.
In base a quali criteri viene stabilita
l’assegnazione del marchio Bandiera
arancione?
Il Modello di Analisi Territoriale (M.A.T.)
del Touring Club Italiano prevede che le
località che presentano la candidatura
vengano approfonditamente analizzate
anche sul campo. I sopralluoghi si svolgono
Fontanellato è un borgo eccellente dell’entroterra che ha ricevuto il marchio di
certificazione di qualità del Touring Club Italiano: la Bandiera arancione. Il Touring
Club Italiano è tra i patrocinatori di Castle Street Food Festival, alla Rocca San
Vitale, Fontanellato, Parma.
in autonomia e in forma anonima e
ripercorrono l’esperienza del turista, dalla
ricerca delle informazioni, alla visita della
destinazione, attraverso la verifica di oltre
250 criteri di analisi, raggruppati in cinque
macroaree - accoglienza, ricettività e
servizi complementari, fattori di attrazione
turistica, qualità ambientale, struttura e
qualità della località. [Per approfondimenti:
http://www.bandierearancioni.it/]
Perché Fontanellato è una Bandiera
arancione?
La località si distingue per un
efficiente
servizio di informazioni turistiche
, sia
attraverso l’apposito ufficio (accogliente e
ben strutturato), sia attraverso il
sito web
dedicato alla località, ricco di informazioni
aggiornate e orientato al visitatore. Buona
è la cura e l’attenzione per l’
arredo
urbano
e ottima la conservazione e la
valorizzazione della Rocca.
Cosa non perdere a Fontanellato,
Parma?
L’interno della
rocca Sanvitale
, con la
visita della celebre
saletta di Diana e
Atteone
, con l’omonimo affresco tratto
dalle “Metamorfosi di Ovidio”, uno dei
capolavori del Parmigianino, e delle
numerose sale arredate con mobili d’epoca
e grandi tele di pregio.
Una degustazione del
Parmigiano
Reggiano
e del
culatello
.
La ricchezza delle acque sorgive in questo
territorio è all’origine del nome del borgo
medievale, sovrastato dalla rocca Sanvitale,
costruita dall’omonima famiglia nel XV secolo
e residenza della stessa per ben cinque secoli.
La rocca è uno degli esempi di fortilizi meglio
conservati della regione, in cui l’architettura
fortificata si associa alla funzione residenziale;
circondata da un fossato, costituisce il baricentro
della vita urbana e forma uno scenario di rara
unità con la cornice di case porticate intorno.
Per ulteriori informazioni:
www.touringclub.it
BREVE STORIA DI
FONTANELLATO
Foto: Capedit ©
Foto: Wikipedia ©