Pagina 10 - numero_0

Versione HTML di base

®
F
OO
D TRUCK
ADVISOR
10
Qui a Fontanellato ed in
Emilia più in generale
parlare di cibo d’eccellenza
viene naturale
Domenico Altieri
, sindaco di Fontanellato
F
ontanellato: arte, sapori, mestieri. Ce li
racconta in sintesi?
Fontanellato è nel cuore di quella che è da
tutti riconosciuta come la “food valley”. Un terrritorio
che nei secoli ha conservato e sviluppato una
straordinaria tradizione enogastronomica grazie
alla cultura contadina e artigiana ed alla laboriosità
della sua gente. In questa parte di territorio che sta
tra la via Emilia ed il Po (il Mondo Piccolo di Peppone
e Don Camillo) troviamo un giacimento che non ha
pari al mondo. Pensiamo al Parmigiano Reggiano, al
Prosciutto di Parma, al Salame di Felino, alla Spalla
Cotta di San Secondo o al re dei salumi: il Culatello
di Zibello. Senza dimenticare la meno nota ma non
per questo meno preziosa Culaccia di Fontanellato.
In questo territorio riscopriamo ancora la grande
tradizione delle paste ripiene, i ravioli, che qui da noi
assumono il nome e la forma dei Tortelli di Erbetta
o dei Cappelletti in Brodo. In campo alimentare ci
sono ancora i micro produttori con prodotti di qualità
straordinaria ma anche i grandi gruppi industriali che
in queste terre trovano le condizioni per realizzare
prodotti leader in campo mondiale quali Barilla o
Pomì. Qui a Fontanellato ed in Emilia più in generale
parlare di cibo d’eccellenza viene naturale.
Oltre 45mila persone hanno partecipato alla prima
edizione di Castle Streed Food Festival (maggio
2015): in che modo il Comune conta di sostenere
meglio i visitatori. La Rocca Sanvitale, aperta anche di
sera, proporrà visite guidate con animazione in tema
fantasy
legate ad Halloween. Porte aperte anche
nel nostro Teatro ottocentesco con un programma
dedicato all’occasione. Il Labirinto di Franco Maria
Ricci, sempre a Fontanellato, proporrà eventi culturali
e gastronomici dedicati. Senza scordare che i negozi
e le trattorie di Fontanellato saranno aperti anche la
domenica e resterà attivo per tutto giorno il mercato
generale, all’interno del quale trova posto un settore
dedicato ai produttori agricoli a Km 0.
Quale apporto dà, al suo Comune e alla cittadinanza
tutta, un evento come questo in termini economici,
culturali, di conoscenza e valorizzazione del
territorio e delle sue specificità?
Sicuramente nei giorni dell’evento possiamo
misurare un impatto straordinariamente positivo
sul sistema del commercio del centro storico. Il vero
risultato lo si potrà apprezzare nei mesi successivi,
quando si verificherà la notorietà raggiunta da
Fontanellato e il suo territorio a livello nazionale.
Sarà quella a portare a Fontanellato visitatori e
turisti e, aspetto non trascurabile, aiuterà il sistema
produttivo e del commercio a crescere e orientare
la propria strategia verso un mercato, quello dello
street food, in grande espansione.
www.comune.
fontanellato
.pr.it
LA PAROLA AL SINDACO DI
FONTANELLATO, DOMENICO ALTIERI
Foto: Capedit ©
questa nuova iniziativa di ottobre?
La prima edizione di maggio ha avuto un successo
superiore alle nostre migliori aspettative. E’ un
segnale molto positivo: significa che esiste un
pubblico attento alla qualità dell’alimentazione
e che c’è un territorio (Fontanellato) che crede
che questa sia una strada per valorizzare la
cultura propria del luogo. Questi due aspetti, uniti,
rappresentano le condizioni necessarie per la
riuscita di una manifestazione. Siamo sicuri che
il successo sarà ripetuto anche in questa terza
edizione, anche in virtù delle molti novità preparate
su tutti i fronti, dalla proposta culturale ai momenti
di entertainment.
Ci saranno agevolazioni o offerte per il pubblico
(penso a transfer da e per le altre città, navette,
negozi aperti...)?
Il programma è in continua via di definizione per
apportare migliorie fino all’ultimo. Fontanellato vanta
comunque una rete si servizi in grado di accogliere al